Vacanze in Sicilia: il castello svevo di Federico II.
Vacanze in sicilia, le città, gli eventi ...

Il castello ursino...

il castello Ursino

Il Castello Ursino fu fatto costruire da Federico II, tra il 1239 e il 1250, su un promontorio circondato dal mare, a difesa della città e del porto. Fu residenza dei reali aragonesi e dei viceré spagnoli, a metà del sec. XVI venne cinto dalle mura, fu ulteriormente fortificato con opere avanzate verso la città nel corso del sec. XVII. Venne circondato dalla colata lavica della terribile eruzione del 1699, che coprì totalmente il bastione di S. Giorgio e colmò i fossati e parte delle opere avanzate, allontanandolo dal mare: fu danneggiato dai terremoti del 1693 e del 1818, quindi con i restauri del 1837 fu trasformato in prigione. Nel 1934 fu restaurato con un intervento di liberazione teso a riportarlo alle forme sveve, e ove ciò non era più possibile a quelle rinascimentali.

L'edificio, è un grandioso parallepipedo con muri di due metri di spessore, quattro torrioni cilindrici alti 30 metri, agli angoli e torri semicilindriche addossate a metà di ogni lato, oggi ne rimangono due. Il castello Ursino, che è il più importante e ben conservato monumento svevo della Sicilia, è oggi sede del Museo comunale, formato con la riunione delle collezioni dei Benedettini, di parte di quelle dei principi di Biscari e della donazione del barone Zappalà-Asmundo.